Translate

giovedì 16 aprile 2015

"Celeste" - Cristina Vichi


Editore AMAZON 
Pagine 344
Prezzo cartaceo 12,48 EURO 
Prezzo ebook 2,99 EURO
Anno prima edizione 2015
Genere: Romanzo storico 

Celeste è una ragazza dal cuore selvaggio e impavido, con una forza emotiva talmente spiccata da riuscire a ribellarsi alla corrente ideologica di tutta la nobiltà.
L’inaspettato incontro con l’amore sconvolgerà non poco la sua vita, ma lei combattiva e diffidente, cercherà di resistere con tutte le sue forze a quel turbine di emozioni profonde e sconosciute penetrate nel suo cuore senza chiedere il permesso.
Il passato, però, con i suoi drammi e inganni, sta per esplodere e Celeste si trova proprio al centro di tutto, perché ciò che lei è dipende anche da avvenimenti accaduti quando ancora non era nata.







Il motivo per cui accetto sempre di leggere e recensire libri scritti da autori emergenti, è che non si può mai sapere dietro a quale copertina si celi un capolavoro.
Per questo sono felicissima di aver accettato di recensire questo libro.
Questa storia, ambientata in un passato colonizzato da re, principi e pirati, riesce, fin da subito, a catturare tutto l’interesse del Lettore.
Costanza, principessa di sette anni figlia di un tiranno sconsiderato e privo di amore, viene mandata in convento per essere istruita ad obbedire agli ordine del padre e del futuro marito.
Coraggiosa, fiera e ribelle, Costanza non ha nessuna intenzione di sottomettersi ad un animo corrotto e ignobile. Per questo, quando viene rapita durante il suo viaggio verso il convento, Costanza è ben lieta di iniziare la sua nuova vita con … il suo vero padre.
Questa storia, ricca di colpi di scena e di avventure, è scivolata serenamente sotto al mio sguardo curioso e attento
La scrittrice è riuscita magnificamente a creare alcuni dei personaggi più orribili e più onesti di cui io abbia mai letto.
Se avessi potuto, avrei strangolato con le miei mani quel despota di re Umberto e a quello schifoso di re Rodolfo gli avrei tirato un bel calcio nelle pa***, per fortuna, a questo, ci ha pensato Celeste, o per meglio dire, Costanza.
Per una volta ho apprezzato tantissimo che la parte finale mancasse di compressione. Ho letteralmente gioito nel leggere che quei farabutti di re, alla fine, hanno ricevuto la sorte che gli aspettava di diritto!
L’idea di ambientare parte del romanzo in un villaggio sopra agli alberi, mi è parsa tanto meravigliosa quanto fantasiosa.
Ho amato e odiato questa storia in parti uguali, la scrittrice mi ha tenuta con il fiato sospeso fino alla fine.
Mi sono emozionata, spaventata, arrabbiata, schifata e alla fine, ho sorriso, realizzando che questo libro è un’opera che vale la pena di leggere.
Una narrazione ritmata, ricca di eventi ed emozioni.
Un libro consigliato a chi ama l’epoca dei cavalieri, a chi crede nella giustizia e a chi è sempre felice di poter leggere un libro in cui l’amore la fa da padrone.
Assegno al libro:

4 stelle su 5

Dal libro: 

- "(...) ora stava compiendo la fase più difficile dell'essere padre, lasciarla andare."

- "Poco più in là Marlock e Caterina guardavano commossi il lieto fine della loro turbolenta storia."

- "Incontrarti è stato il dono più bello che la vita potesse offrirmi."

12 commenti:

  1. Grazie per questa recensione! In particolare sono felice che tu abbia percepito tante e diverse emozioni, perché anche io le ho provate nel scriverlo. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto mi piace vedere gli scrittori accettare le critiche e le varie opinioni sui loro libri! Complimenti per il tuo lavoro e per il tuo essere una scrittrice aperta alle opinioni altrui!

      Elimina
    2. Esatto! Che bello vedere autori che non si lamentano per critiche e opinioni diverse da quelle che si aspettano! Complimenti!

      Elimina
  2. Non è la prima volta che vedo o sento di questo libro, e devo dire che mi piace :)

    RispondiElimina
  3. Ho aperto la sezione romanzi rosa con molta riluttanza e subito trovo un romanzo che potrebbe interessarmi! Chissà che non finisca per ricredermi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Idem! Io e i romanzi non andiamo d'accordo, ma mi piace il fatto che la scrittrice ha accettato l'opinione di Claudia sul libro, ringraziandola. Un romanzo da consigliare alle amiche.

      Elimina
    2. ahahah XD io e Chiara non siamo molto amanti del genere rosa, però ci ha colpite entrambe!

      Elimina
    3. Si XD il punto è che se dietro non c'è la solita storia del "oddio quanto ti amo!" Sono disposta a mettermi in gioco. E qui mi sembra ci sia una bella trama ricca di azione!

      Elimina
    4. ahahahah XD come ti capisco!

      Elimina
  4. Ma hanno cambiato copertina dopo, vero?

    RispondiElimina