Translate

martedì 14 febbraio 2017

Recensione: "La formula segreta di Newton" di Will Adams


Editore Newton Compton
Pagine 352
Prezzo cartaceo 9,90 EURO
Prezzo ebook 0,99 EURO
Anno prima edizione 2012
Genere Thriller

Luke Hayward è uno studioso alla deriva. È
finito nella lista nera del mondo accademico e si trova in un mare di guai. E quando un cliente lo contatta chiedendo il suo aiuto per recuperare alcuni documenti del celebre Isaac Newton andati perduti, Luke non è certo nella posizione di poter rifiutare. Proprio mentre sta setacciando una soffitta polverosa alla ricerca di indizi, scopre una serie di appunti apparentemente senza senso. A un esame più attento, però, quegli scarabocchi rivelano un messaggio in codice. Da un momento all’altro, Luke si ritrova invischiato in un gioco rischioso, nel mirino di un fanatico fondamentalista che da tempo tenta di sciogliere il mistero legato alle carte dello scienziato. Un mistero che si snoda tra Oxford, Londra e la città vecchia di Gerusalemme e che potrebbe scatenare la più micidiale tra tutte le guerre sante mai combattute.

Londra. E' il 1713 e c'è un lavoro molto importante da fare.
Un gruppo di uomini viene mandato a casa di un vecchio. Devono spostare delle casse, una di queste estremamente pesante, a tal punto che serve la forza di dieci uomini.
Cosa cela al suo interno?

"La fine", disse. "O l'inizio di essa almeno."

Secoli dopo, in tempi moderni, sempre in Inghilterra, Luke sta rovistando nella vecchia soffitta di Penelope, è stato assunto da un misterioso cliente per cercare delle carte perdute di Sir Isaac Newton e lui, dopo varie ricerche, è riuscito finalmente a scovarle.
Sembrano documenti privi di importanza, sono quattro fogli, scritti fronte e retro, pieni di citazioni di altri autori, c'è però un particolare, che Luke non nota subito ma che il suo cliente non si fa sfuggire.

"Non l'avrei disturbata, ma c'è una lista di dodici lettere sul retro di una pagina."

Infatti, manda subito i suoi scagnozzi a casa di Penelope per intercettare Luke e i preziosi fogli.
Peccato che le cose non vadano come si erano aspettati.
Luke è ora in competizione con il suo facoltoso cliente, il fine ultimo? La soluzione di un mistero datato secoli e il ritrovamento di un cimelio straordinario.
Iniziano così folli inseguimenti, corse in moto verso la salvezza, una caccia al tesoro che arriverà fino a Gerusalemme. Un intrigo che abbatte i confini nazionali, che va oltre la realtà per approdare nel mistico, un piano ideato secoli fa che riuscirà forse ad essere finalmente realizzato?
Un testo che si basa non solo sul genio di Newton, ma anche su quello di numerosi altri studiosi che sono venuti a contatto con lui, quali Ashmolr, uno storico, un collezionista d'arte, un alchimista, oppure John Dee, un matematico, un astrologo, un alchimista. Diverse figure di spicco della storia mondiale si intrecceranno tra queste pagine, e uniranno scienza e religione, miti ed esperimenti.
Un libro pieno di menti brillanti, di visionari, sognatori, o semplici pazzi?

"E, comunque, chi cazzo vuole credere in un Dio che salva la sua preziosa cattedrale dalle bombe, mentre lascia decine di migliaia di persone a morire?"

Nonostante questa sia un'opera di finzione, lo scrittore ha tentato di essere il più fedele possibile alla realtà e ai fatti conosciuti.
Massoneria, storia dell'ebraismo, alchimia, questo libro tocca vari aspetti storici, ma anche filosofici, religiosi e alchemici.
Ci offre una trama estremamente ingarbugliata con la storia, in alcuni punti serve avere qualche nozione storica di base, ma in compenso non è troppo difficile seguire il filo logico della storia.
Mi sono appasionata al tema trattato e ho seguito le vicende con vero interesse, facendo anche qualche ricerca su internet.
Una lettura davvero interessante e coinvolgente a cui assegno:

- Trama: 4 - Narrazione: 3 - Personaggi: 4 - Cover: 3 - Finale: 4 -

4 Wonderland su 5

Dal libro:

- "Voglio dire, lo sai vero perchè si chiama tavolino da caffè? Non è solo un suggerimento, sai."

- "Quasi nessuno dei suoi contemporanei aveva potuto comprendere la matematica di Newton, ma tutti avevano afferrato il concetto di base. L'universo era divenuto meccanico."

- "Non guardi mai il cielo e vieni sopraffatto dalla vastità del tutto?"

8 commenti:

  1. Mi ispira tantissimo questo libro anche perchè Newton è uno dei miei personaggi storici preferiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un libro che mischia storia, religione e alchimia, davvero interessante

      Elimina
  2. Interessante! Soprattutto conoscere e leggere questa storia, data la tua valutazione così alta 😁😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è piaciuto molto per l'aspetto storico e le curiosità su newton, oltre ovviamente per il mistero :)

      Elimina
  3. La Newton sta pubblicando tanti thriller interessantissimi ultimamente è questo non è da meno ;-)
    Anche se questo romanzo mi ricorda un misto tra "Il codice Da Vinci" e "Uomini che odiano le donne"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che hai citato non li ho letti, ho visto solo il film del codice da vinci.
      Questo è un thriller che mi è piaciuto per la sua attinenza storica, si avvicina un po' al codice in effetti

      Elimina
  4. Sinceramente a me non convince nemmeno questo! Sarà che comunque a me la storia proprio non va giù, quindi fatico moltissimo a leggere libri storici. Per carità, li leggo anche io, ma non è il genere che prediligo. E questo non mi attira! :o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :D i gusti personali sono difficili da cambiare e questo è un libro ambientato in tempi moderni ma la storia la fa da padrona, quindi non penso ti piacerebbe molto, visto le tue preferenze letterarie, ma chissà :)

      Elimina